• Español
  • Català
  • English
  • Italiano
  • Français

Ciò che non dev fare quando hai un DOC

Che non dev fare quando hai un DOC

A volte potresti sentirti perso quando soffri di un Disturbo Ossessivo. Il DOC può farti dubitare di tutti gli aspetti della tua vita. Sto facendole cose bene o no? Sono una brava persona anche se voglio difendermi dalla mia famiglia? Devo continuare in questo lavoro anche se mi frustra? Sono un cattivo padre se non voglio andare a vedere la partita di mio figlio? Posso fare queste battute? Sono una persona cattiva per il fatto di avere questi pensieri? Per questo motivo, in questo articolo vogliamo far chiarezza su ciò che non devi fare quando hai un DOC.

1. Vivere una vita routinaria

Vivere una vita di routinaria quando hai un DOC è la cosa peggiore. Per molte persone con disturbo ossessivo compulsivo la loro routine è questa : durante il giorno sono in un lavoro che non amano, quando finscono l’unica cosa a cui pensano è che tornare a casa. Quando arrivano a casa vanno dritto al divano per “riposare”. Dopo aver giocato a un gioco sul cellulare, dopo aver guardato diversi capitoli di una serie o aver fatto qualsiasi altra cosa che li fa distrarre , cenano guardando le notizie e la loro giornata è finita senza che abbiano sentito nemmeno un pò di piacere.

Questo, aggiunto a un week end pieni di impegni familiari, acquisti e attività dei bambini fa che il nostro spirito si esaurisca.

La routine può farti sentire soffocato perché non ti lascia spazio per restare solo nemmeno per un momento  nè per connetterti con te stesso.

Tutto ciò può causare ansia. Quando la tua vita inizia ad essere più piena di obblighi che di attività che ti fanno sentire te stesso, allora potresti iniziare a  sentirti sempre più lontano dal tuo centro.

Per rompere la monotonia e tornare al tuo centro ci sono due elementi fondamentali: prima di tutto è molto importante creare uno spazio vitale. Aver tempo per stare solo e decidere cosa fare.

Il secondo elemento importante è fare in modo che ci siano momenti “avventurosi” durante la tua settimana. Momenti in cui puoi uscire dalla modalità pilota automatico e provare qualcosa che ti faccaia di nuovo sentire emozioni. Puoi pensare ad attività come giocare, ballare, immergerti nella natura, fare boxe, fare un fine settimana di escursioni, conoscere un posto nuovo, decidere un piano all’ultimo minuto e così via.

Questo non significa che non puoi avere una routine, ma che devi riempirla con attività che ti ispirano e che ti fanno vibrare.

2. Continuare un lavoro solo perché ti dà sicurezza

“Devi lavorare.” Questo è il motto di molte famiglie. È un motto che incoraggia ad essere un gran lavoratore, ma non incoraggia un benessere interiore. Non importa se ti senti a tuo agio nel lavoro o pensi di avere un futuro in quello che fai. Non importa se esci dal lavoro peggio di come sei entrato, perché stai guadagnando soldi. Ciò fa sì che molte persone rimangano in posti di lavoro che causano loro disagio o noia. Hanno scelto quel lavoro sotto il consiglio dei loro genitori o comunque per una pressione esterna, perché forniva sicurezza o perché si potevano fare soldi in modo facile. Ma alla fine molti si sentono intrappolati nel loro lavoro e hanno difficoltà a uscirne fuori.

C’è sempre una grande paura quando dobbiamo disfarci di decisioni che già abbiamo preso. Cioè, è molto difficile per noi uscire da una situazione che ci permette di vivere una presunta stabilità. Tuttavia, se questa situazione  provoca sofferenza, a lungo termine questa stabilità causa una sofferenza stabile invece che una stabilità mentale.

Inoltre, l’ansia ci fa optare per decisioni che sono esattamente l’opposto di ciò di cui abbiamo bisogno: lavori noiosi, ripetitivi, stressanti o molto mentali. Li abbiamo scelti perché ci permettono di disconnetterci facilmente. Ma ciò ci fa allontanare dalla nostra essenza, cosa aumenta il livello d’ansia interiore. Per superare il DOC è molto importante integrare la passione nella tua vita e soprattutto nel tuo lavoro.

Questo non significa che devi amare tutto ciò che fai al lavoro, ma almeno ti deve dare qualcosa. Inoltre, devi sentire che stai facendo qualcosa con cui ti senti identificato/a. La sicurezza non serve a niente se ti fa sentire in gabbia.

Inoltre, nel momento in cui lasciamo o pensiamo di lasciare un lavoro che non ci piace, stiamo creando spazio. Abbiamo bisogno di spazio per pensare con che cosa vogliamo occupre il nostro tempo, senza pensare a ciò che gli altri direbbero e senza cadere nella routine di tutti i giorni.

3. Ascoltare sempre color che ti circondano.

Quando hai un disturbo ossessivo compulsivo è molto probabile che il tuo ambiente faccia resistenza quando  ti decidi a lasciare ciò che è stato “prestabilito”. Nel momento in cui hai il coraggio di fare qualcosa di nuovo o qualcosa che, secondo il tuo ambiente, non sembra adatto a te.

È importante sapere che se continui a fare le stesse cose che hai sempre fatto, sicuramente non supererai il DOC. Se no, probabilmente lo avresti già superato. Per questo motivo ad un certo punto devi affrontare le tue resistenze e quelle dell’ambiente.

Non cercare di essere una persona “normale” a tutti i costi. “L’essere normale” non è sano. Gli studi hanno dimostrato che le persone eccentriche  vivono 5 anni più degli altri.

Pertanto, devi fare le attività che ti piacciono anche se il tuo ambiente le critica. Devi scherzare e fare il ridicolo anche quando il tuo ambiente ti dice “non farlo, che vergogna” anche perchè queste esclamazioni servono solo a mantenere un’immagine esteriore. Devi iniziare a studiare cose nuove e indossare i vestiti che ti piacciono, anche se nessuno li indossa. Devi viaggiare da solo, anche quando tutti ti dicono che è pericoloso o che ti annoierai. Devi fare battute senza la paura che sia il momento giusto per farle.

Queste sono le cose che rendono la vita interessante. Se vivessimo secondo il criterio degli altri non vivremmo la nostra vita ma un finzione che ci fa sentire intrappolati.

4. Sopportare le manipolazioni

Molte persone con disturbo ossessivo compulsivo subiscono forti manipolazioni per lungo tempo. Non devi sopportare i comportamenti che ti infastidiscono semplicemente perché la persona che li esegue ha autorità su di te. È molto importante pensare di avere sempre il diritto di difendere te stesso, chiunque tu sia.

Inoltre, devi sapere che puoi dire assolutamente tutto alle persone che ti circondano ovviamente senza mancar loro di rispetto. Aggiungiamo che mancar di rispetto è fondamentalmente insultare l’altra persona. Dire semplicemente  che qualcosa non ti piace, che sei stanco di essere trattato male o dire no a una richiesta non significa mancar di rispetto a nessuno. Al contrario, stai acquisendo rispetto per te stesso.

Nella tua vita devi essere circondato da persone che ti fanno sentire bene e non viceversa. Non devi amare una persona per il solo fatto che è parte della tua famiglia ma per  la sua personalità e il suo comportamento. Pertanto, per superare il DOC è importante essere in grado di esprimersi liberamente con chiunque.

5. Essere schiavo dei tuoi figli

È molto comune dire che nella nostra vita la cosa più importante sono i nostri figli. Molte persone vivono le loro vite seguendo questo principio. Vanno a tutte le partite di basket /calcio /ecc. e vedono tutte le prove di danza dei loro figli anche se questo li annoia infinitamente. I bambini decidono cosa deve fare la famiglia, fanno problemi quando i genitori vogliono fare qualcosa che a loro non piace.

E non solo, i bambini svegliano i genitori in qualsiasi momento della notte. Non li lasciano per un momento da soli, interrompono e costantemente chiedono attenzione.

Vale a dire, diventa una situazione insopportabile.

I genitori si stancano fino al punto che alla fine l’unica cosa che fanno è dare ai loro figli una tablet o un cellulare per avere  finalmente un momento di tranquillità.

Si dimenticano della possibilità di dare ai bambini il loro spazio e dedicare tempo a se stessi. È sano e necessario avere tempo per te stesso, sia per genitori che per figli, che in questo modo imparano che è bello avere una vita personale, fuori e dentro la famiglia, e che questo ti rende una persona più felice e autosufficiente. Inoltre, se avrai avuto tempo per te stesso, i momenti che condividerai con i bambini saranno di maggiore qualità.

È molto importante che i genitori decidano cosa fare e che i bambini lo accettino, anche se si annoiano. I genitori non dovrebbero seguire i bambini in tutte le loro attività e i bambini non dovrebbero interrompere il tempo personale dei genitori (leggere, fare la doccia, dormire). Questo rende i genitori liberi e incoraggia una migliore atmosfera in casa.

6. Pensare che l’ansia è causata dalle ossessioni

Molte persone che hanno il disturbo ossessivo compulsivo pensano che la loro ansia sia causata dalle loro ossessioni ma non è così. Le ossessioni sono la conseguenza diuna  forte ansia interna. Questo elevato livello di ansia spesso si genera durante l’infanzia o l’adolescenza, a causa di un evento traumatico (improvvisa morte di un familiare, un incidente…) o di una situazione di stress prolungato nel tempo (bullismo, abuso, maltrattamenti, preoccupazioni per il  denaro, litigi in casa , ecc.). Quest’ansia può far sì che la persona si inibisca sempre più e perda la sua essenza.

Quindi,i  pensieri ossessivi o intrusivi non dicono nulla di negativo su di te. Sono semplicemente un segnale  che il tuo livello d’ansia interna ha raggiunto un punto tale che non ha altro sbocco che uscire sotto forma di sintomi mentali. Pertanto, è importante trattare le cause dell’ansia per superare il DOC. Per saperne di più, leggi l’articolo “il significato del DOC“. 

7. Seguire una terapia in cui non fai progressi

Molte persone affette da DOC sono state in terapia per anni e non sentono di far progressi. Questo di solito accade perché in molte terapie l’obiettivo è gestire i sintomi invece di curarne la causa.

Quindi, le terapie sono dedicate a mettere in discussione pensieri ossessivi e ad esporsi a loro. Tuttavia, come abbiamo detto prima, il disturbo ossessivo compulsivo è causato da una forte ansia interna. Se le cause di quest’ansia non vengono trattate, è difficile che i sintomi si risolvano. Ecco perché è molto importante sentire che la terapia ti fa migliorare ad un livello più profondo.

Se stai facendo una terapia in cui non senti di avanzare o in cui non senti una connessione con il terapeuta, è consigliabile cambiare. Dal momento che il DOC genera molta sofferenza, non vale la pena soffrire più tempo in una terapia che non ti fa sentire che ci possa essere un cambio nel futuro. Non star male per questo, la terapia è una cosa molto personale ed è molto importante sentire che per  te funziona.

Se vuoi saperne di più su cosa fare e cosa non fare quando hai il DOC, sentiti libero di scriverci a info@ipitia.com o chiamaci al +34 935 282 353

Lisette Zeeuw

Psicologa Clinica

IPITIA

Accede gratis al primer vídeo de nuestro nuevo curso online sobre TOC

Cuando tienes TOC, los pensamientos obsesivos y compulsiones se convierten en una carga que te dificulta llevar tu vida diaria. No sabes por qué los tienes ni cómo liberarte de ellos. En este vídeo, Damián Ruíz, el director de nuestro centro, te explica en primera persona qué es el TOC y cómo funciona.

Política de privacidad

3 + 14 =

¿En qué podemos ayudarte?

Next

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *