• Español
  • Català
  • English
  • Italiano
  • Français

Paura della morte

La paura della morte è una paura esistenziale e ancestrale. È una paura che colpisce tutte le persone che riflettono sulla loro presenza in questo mondo. Il pensare alla morte indica che abbiamo un’alta consapevolezza di noi stessi che ci permette di uscire dalla routine e valorizzare il nostro contributo alla comunità o l’impronta che lasciamo.

Tuttavia, questa contemplazione può diventare un problema nel momento in cui la riflessione e la paura della morte diventa la nostra principale occupazione della giornata. Questo è ciò che accade nel caso di questo DOC o disturbo ossessivo relativo alla paura della morte (noto anche come la fobia della morte o tanatofobia).

 

¿Come possiamo aiutare?

 

Cos’è l’DOC di paura della morte?

Il DOC di paura della morte è un tipo di DOC in cui le ossessioni si concentrano attorno alla morte.

Non è il DOC più tipico, in quanto tutte le persone con DOC hanno spesso paure connesse con la morte. La differenza sta nel grado di sofferenza generata da questi pensieri.

Le persone che soffrono di DOC di paura della morte pensano e riflettono tutto il giorno sulla morte. Esso impedisce loro di lavorare o di concentrarsi nei loro studi. Possono pensare alla morte per ore. Hanno anche tendenza a fare molte ricerche sul tema, leggere articoli e / o cercare informazioni su internet. La paura è così forte che possono avere attacchi di panico ed evitare una gran serie di situazioni legate alla morte.

“Che cosa c’è dietro la morte?”

Le persone che soffrono di DOC di paura della morte hano in effetti paura di ciò che c’è oltre la morte. Genera loro molta paura sapere se continueranno ad esistere in qualche modo. Spesso sono preoccupati se saranno soli o con i propri cari nel momento della morte. Possono pensare se c’è il paradiso o l’inferno e se esiste un dei due dove andranno. Riflettono anche sull’esistenza di Dio e se devono dare un cambio alla propria vita tanto se Dio esiste come se non esiste.

 

 

“La vita ha un significato?”

Possono anche pensare molto sull’esistenza o no di un significato nella vita. Questa è una delle principali paure in questo disturbo e come vedremo più tardi un punto focale nella sua cura.

“Come morirò?”

Un altro pensiero principale nel DOC di paura della morte è la preoccupazione per come sarà il processo di morte. Vogliono sapere se soffriranno o no, se avranno dolore, se saranno soli, se qualcuno si prenderà cura di loro. Dubitano del fatto che qualcuno possa aiutarli nel passaggio dalla vita alla morte. Quello che più temono è che non hanno alcun controllo su questo processo quindi cercano di controllarlo in anticipo.

“Come sarà il mio funerale?”

Allo stesso modo, tendono a pensare molto su come sarà il loro funerale. Chi verrà, quale musica suoneranno, come sarà presa la notizia della sua morte dalle persone care, cosa diranno di lui / lei le persone presenti al suo funerale. C’è una componente narcisistica in tutto questo, ma questo narcisismo di solito deriva dalla bassa autostima.

“Che cosa succederà dopo la mia morte?”

Un’altra questione importante che molte persone che temono la morte spesso pensano è l’impatto che la loro vita avrà dopo la morte. Temono che la gente non li ricorderanno e che non abbiano significato niente nella loro vita. Anche questa paura è fondamentale nel trattamento.

L’evitamento

Poiché la paura della morte può essere molto intensa, l’evitamento è spesso presente in queste persone. Si possono evitare posti che sono chiaramente legati alla morte come funerali, camere ardenti, cimiteri, ma anche luoghi meno relazionati alla morte come ospedali e / o chiese. Può succedere che abbiano paura di incontrare gli spiriti.

È anche possibile che evitino luoghi in cui sanno che qualcuno è morto o non visitano le persone malate per paura che muoiano.

Tendono a non guardare serie su crimini, di suspense o altre serie in cui la morte di solito appare. È comune che evitino documentari sull’universo o sul cosmo perché li fa pensare al significato dell’esistenza.

Tutto questo è fatto per cercare di dimenticare e negare la certezza della morte una cosa in ultima istanza inevitabile.

Nella vita quotidiana possono smettere di fare determinate attività che nella loro visione sono “pericolose”, cioè possono causare la morte, come guidare o prendere un aereo. Tuttavia, il pericolo può essere così generalizzato che decidono di non uscire di casa. Questo li paralizza nelle scelte vitali, quest’annullamento giustifica il fatto che non fanno niente per proseguire il loro cammino di vita.
L’evitazione più importante è l’evitazione inconscia della vita.

Quali sono le cause del DOC di paura della morte?

Ci sono diversi motivi che possono portare alla paura della morte. Ci sono eventi che possono servire come causa scatenante, come incidenti o morti improvvise nel loro intorno. Questi eventi in qualche modo ci costringono a riflettere sul nostro ruolo nel mondo. Se da un lato evidenziano che la vita può essere breve, dall’altro ci costringono a prendere il controllo delle nostre vite e a compiere il nostro destino. Ciò può generare molta paura nelle persone con DOC di paura della morte, in quanto di solito hanno barriere interne che impediscono loro di prendere le misure necessarie per realizzarlo.

D’altra parte, morti improvvise suscitano la paura di essere abbandonati. Ritrovarci con la possibilità di essere soli ci fa rendere conto che abbiamo una responsabilità su di noi. Ci rende più maturi e ci porta verso un percorso di indipendenza. Tuttavia, molte persone che temono la morte continuano a vivere una vita dipendente dagli altri.

La paura ossessiva della morte, quindi, è altamente correlata alla paura di non realizzare il proprio destino. Le persone che ne soffrono hanno un’esistenza vuota, ciò che fanno non ha importanza per loro. Non vivendo, simbolicamente, si sentono morti mentre sono vivi.

Anche la paura della morte ha molto a che fare con la paura di non essere importante per gli altri, di non lasciare il segno. Quindi, come abbiamo visto prima, la paura della morte è la paura che la tua vita non abbia alcun significato o impatto sugli altri. Pertanto, una parte essenziale della cura è dare significato alla tua vita.

Un’altra importante causa può essere il distacco dal mondo e dal gruppo di riferimento. Questo accade frequentemente nelle persone che hanno subito bulling. Sentono una separazione dagli altri perché non sono accettati nel loro gruppo di riferimento. In qualche modo, pensare alla morte maschera il desiderio di sapere se sono veramente apprezzati dalle persone che lo circondano. La domanda è “se morirò, mi ameranno ?” In questo caso c’è la voglia di connessione con la sua comunità e questo è ciò che si dovrebbe raggiungere con la terapia per ridurre la paura della morte.

 

 

Come si cura il DOC di paura della morte?

Nella terapia incoraggiamo l’indipendenza in modo che la persona possa decidere liberamente riguardo alla propria vita senza pensare agli altri. Inoltre, aiutiamo la persona a creare un forte senso di comunità.

Allo stesso modo, guidiamo la persona a trovare un significato alla vita. Deve scoprire cosa lo fa vibrare e cosa lo fa sentire completo. Questo processo solitamente risveglia molte paure e barriere. Aiutiamo il paziente a rafforzarsi per superarle.

L’archetipo della morte è legato all’energia di Thanatos, l’energia della distruzione. Questa energia ci ispira paura perché associamo l’energia della distruzione alla morte (o alla fine). Ad esempio, quando lasciamo un lavoro possiamo pensare che ciò porterà alla rovina (distruzione). Tuttavia, quando lasciamo qualcosa, creiamo spazio. Creiamo spazio per vivere. Questo è il significato simbolico del DOC di paura della morte così come creare spazio per vivere è il nostro obiettivo terapeutico.

Se vuoi leggere di più sul trattamento AFOP che usiamo per curare il DOC di paura della morte, clicca il seguente link:

Metodo AFOP ®

Per avere più informazione sul DOC di paura della morte o chiedere un prima visita ci puoi chiamare : + 34 935 282 353 o scriverci a info@ipitia.com.

METTITI IN CONTATTO CON NOI

(+34) 935 282 353

(+34) 637 669 160

o utilizza il nostro formulario. Risponderemo a tutte le tue domande.

IPITIA NEWSLETTER

Vols rebre les notícies més rellevants del nostre centre?

T’informem de totes les novetats cada mes: noves activitats, tallers, xerrades i conferències, notícies del nostre centre, articles del nostre equip i molt més. Subscriu-te gratuïtament!

* indicates required
Politica di Privacy

© Copyright 2020 | IPITIA | Institut Psicològic Internacional | www.ipitia.com | Adaptación web 2XI media
Protección de Datos | Aviso Legal | Enlaces de interés | Uso de Cookies | Trabaja con nosotros